I Tipi di Fusibili in Base alla Velocità di Intervento

Tipi di Fusibile

I diversi modelli di fusibili sono poi classificabili secondo il tipo di fusibile, ossia secondo la loro velocità di intervento.

Secondo questa classificazioni i simboli e le caratteristiche dei tipi di fusibili sono i seguenti:

- FF (a fusione ultrarapida): detti modelli ultrarapidi, generalmente poco diffusi, vengono utilizzati in circuiti in cui, anche un brevissimo picco di corrente superiore alla norma, può provocare seri danni al sistema.

- F (a fusione rapida): questi modelli vengono impiegati assai spesso poiché il loro intervento si verifica quasi simultaneamente al sovraccarico.

- M (a fusione semiritardata): poco diffusi rispetto ai modelli rapidi, questi fusibili hanno una velocità di azione, rispetto al picco di corrente, che si trova a mezza via tra quella dei modelli rapidi e quella di modelli ritardati.

- T (a fusione ritardata): in questo caso, il fusibile agisce con un leggero ritardo rispetto al sovraccarico ed impedisce così inutili interruzioni di corrente.

Infatti, vengono utilizzati, nei sistemi che, per esempio, all'accensione, producono un picco di assorbimento di corrente superiore al normale funzionamento. Il picco di corrente è dunque troppo breve perchè la velocità di risposta del fusibile gli consenta di intervenire. Se questi fusibili fossero in grado di reagire al picco con la stessa velocità dei modelli rapidi, sarebbe dunque impossibile accendere l'apparecchio.

- TT (a fusione super ritardata): questi modelli, dall'azione assai ritardata rispetto al verificarsi di picchi, vengono impiegati soprattutto su apparecchiature che sono spesso soggette a sbalzi di corrente (motori, condensatori, trasformatori...).