I Modelli di Fusibili

Modelli di Fusibile

All'interno di ogni apparecchiatura che si serve di elettricità, possiamo trovare uno o più fusibili che proteggono il sistema da eventuali danni provocati dall'eccesso di corrente.

Per questo motivo, i modelli ed il modo in cui i fusibili si presentano possono essere assai differenti.

I principali modelli possono essere divisi in tre gruppi di cui il primo è rappresentato dai normali fusibili che siamo abituati a vedere nelle nostre case.

Questo tipo di fusibile, lavora, semplicemente, fondendo nel momento in cui l'elettricità che lo attraversa supera la soglia prestabilita.

In questo caso, il dispositivo, ormai inutilizzabile poiché ha già assolto al proprio dovere, deve essere sostituito.

Secondo modello è il fusibile autoripristinante, utilizzato soprattutto in circuiti in cui sovraccarichi e cortocircuiti sono frequenti o, addirittura, nella norma; il lavoro di questi fusibili è, sostanzialmente, quello del modello precedente, ossia operano interrompendo l'afflusso di corrente; particolarità che li distingue però dai normali fusibili è il ripristino.

Questi fusibili, infatti, si ripristinano automaticamente una volta cessata la causa del cortocircuito, consentendo nuovamente il passaggio della corrente e, dunque, la ripresa del funzionamento del sistema.

Il funzionamento dei fusibili autoripristinanti è quindi estremamente diverso da quello dei normali fusibili; nel primo caso infatti, il filo metallico non agisce fondendo, bensì aumentando la propria resistenza, normalmente molto bassa, con l'aumentare della temperatura.

Terzo ed ultimo modello, differente dai due appena descritti, è quello del fusibile termico (TCO = "termical cut-off").

I fusibili termici interrompono l'attività del circuito come i normali fusibili, ma non al verificarsi di un sovraccarico, bensì nel momento in cui la temperatura a cui viene sottoposto supera una soglia stabilita.

Per rendere più comprensibile un potenziale utilizzo di questi fusibili, potremo dire che vengono sposso installati all'interno dei ferri da stiro o di alcuni modelli di trasformatori; in entrambe i casi, il fusibile fonde in case di guasto a causa dell'aumento della temperatura.